Ammissione e regole

Le candidature vengono esaminate una volta all'anno. La procedura di selezione sarà annunciata pubblicamente sui siti web https://www.unimore.it/didattica/dottorato.htmlID=1119 e www.drest.eu.

Il concorso è aperto a tutti i candidati, senza limiti di età e di nazionalità, in possesso di una laurea italiana conseguita prima del dottorato. nazionalità, in possesso di una laurea italiana conseguita prima del D.M. 509/99 o di una laurea italiana di secondo livello (laurea specialistica, laurea magistrale). 509/99 o di una laurea italiana di secondo livello (laurea specialistica, ai sensi del D.M. 509/99 o laurea magistrale, ai sensi del D.M. 270/04), o un titolo accademico equivalente conseguito presso Università straniere (purché di durata e livello comparabili ai titoli italiani sopra citati), che dovrà essere convalidato dalla Commissione giudicatrice, in base alla normativa vigente in Italia e nel Paese in cui il titolo è stato conseguito. Italia e nel Paese in cui il titolo è stato rilasciato e nell'ambito dei trattati o accordi internazionali sul riconoscimento delle qualifiche internazionali.

I candidati in possesso di un titolo accademico straniero devono presentare ogni documento utile a verificare l'equipollenza. Il bando di concorso di candidatura fornirà informazioni più dettagliate in merito.

La procedura di selezione, affidata a una commissione indipendente con componenti internazionali, ha l'obiettivo di verificare la preparazione e l'attitudine del candidato a svolgere preparazione e l'attitudine a svolgere attività di ricerca legate al DREST per le varie tematiche dei settori e in relazione ai singoli progetti. campi e in relazione ai singoli progetti.

La procedura di selezione si basa sulla valutazione del curriculum accademico e sul colloquio. accademica e sul colloquio. I candidati che ottengono un minimo di punti nella valutazione dei documenti accademici accademici saranno ammessi al colloquio. Durante il colloquio, i candidati avranno l'opportunità di discutere gli aspetti chiave del loro del loro progetto di ricerca. La commissione valuterà anche la conoscenza dell'inglese inglese e la conoscenza delle lingue in cui sono scritte le fonti primarie della ricerca. in cui sono scritte le fonti primarie della loro ricerca.

I candidati saranno ammessi al Corso secondo l'ordine della graduatoria finale e fino a concorrenza dei posti disponibili. delle graduatorie finali e fino al numero di posti disponibili per ciascuna delle sei discipline. per ciascuna delle sei discipline. In caso di parità di punteggio, la preferenza è data al candidato più giovane. candidato più giovane.

I borsisti saranno iscritti all'Università di Modena e Reggio Emilia e saranno inseriti nei gruppi di ricerca dell'Università di Modena. Emilia e saranno inseriti all'interno dei gruppi di ricerca delle università o dei centri di ricerca università o centri di ricerca partner che erogano le borse di studio borse di studio in base ai risultati del processo di selezione.

Il termine massimo per il completamento del programma di dottorato è di tre anni dall'immatricolazione. La Facoltà assegnerà a ciascun borsista un tutor e un supervisore di tesi un tutor e un supervisore di tesi durante il primo anno. Il dottorato viene conferito al termine del programma di dottorato, quando quando i borsisti superano l'esame finale che consiste nella presentazione di una tesi di dottorato di una tesi di dottorato su una ricerca originale, condotta in modo meticoloso e in cui i risultati siano adeguatamente e scientificamente rilevanti. Se la valutazione valutazione negativa, l'esame finale non potrà essere ripetuto.

Diritti e responsabilità dei borsisti

L'importo annuo della borsa di studio è di € 16.243,00 (salvo successive modifiche normative) ed è soggetto all'I.N.P.S.. successive modifiche regolamentari) ed è soggetto alla contribuzione previdenziale I.N.P.S. alla contribuzione previdenziale a carico della gestione separata. Essa sarà corrisposto in rate mensili posticipate.

Gli importi delle borse di studio saranno aumentano del 50% per i periodi trascorsi all'estero all'estero se non superiori a 12 mesi. Questo periodo può essere esteso fino a un massimo di 18 mesi per i dottorandi nell'ambito di un programma di di orientamento o di un programma di doppia laurea con istituzioni straniere.

A partire dal primo anno, ad ogni borsista è garantito un budget per attività di ricerca in Italia e all'estero pari al 20% dell'importo annuale della borsa di studio. annuale della borsa di studio.

DREST richiede un impegno a tempo pieno ed esclusivo. Fellows possono accettare forme di impiego, previa autorizzazione della Facoltà, relative ad attività lavorative utili all'acquisizione di competenze competenze attinenti all'area di ricerca del dottorato, previa valutazione della compatibilità di tali attività con il proficuo sviluppo del dottorato. compatibilità di tali attività con il proficuo sviluppo del dottorato.

attività educative, didattiche e di ricerca del corso di dottorato.

I borsisti sono tenuti a svolgere i loro progetti di ricerca presso l'istituzione istituzione che mette a disposizione la borsa di studio assegnata loro in base ai risultati del processo di selezione. Sono inoltre di studio, di ricerca, di periodi all'estero, di insegnamento e di stage presso enti pubblici. all'estero, all'insegnamento, nonché a eventuali tirocini presso enti pubblici o privati, secondo quanto previsto dal enti pubblici o privati, secondo i requisiti stabiliti dalla Facoltà. Facoltà. I borsisti che non si adeguano possono essere ritirati dal programma. dal programma.

 

Il DREST prevede che tutti i dottorandi trascorrano non meno di un intero semestre all'estero e non meno di un mese presso una delle istituzioni partner, al di fuori della loro istituzione di provenienza. Queste attività sono sono volte a promuovere le opportunità di internazionalizzazione per i borsisti, e la creazione di un'ampia comunità di ricerca diffusa in tutto il Paese. paese in cui circolano conoscenze e competenze.

Contatto

segr.dottorato@unimore.it